Le domande per il credito d’imposta 2018 sugli investimenti pubblicitari incrementali vanno presentate tra il 1° e il 31 ottobre 2019.

Le regole sono le medesime rispetto al 2018, quindi il credito d’imposta è riconosciuto a fronte di investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulle emittenti radiofoniche e televisive locali, analogiche o digitali, e su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, in edizione cartacea o digitale. In tutti i casi è fondamentale l’iscrizione presso il competente Tribunale, o presso il Registro degli Operatori di Comunicazione.

La pubblicità per godere del bonus pubblicità può essere commissionata sia direttamente agli editori che tramite concessionarie di pubblicità regolarmente registrate al ROC.

Il credito d’imposta non copre invece le spese sostenute per le agenzie di pubblicità, le agenzie creative, le agenzie di PR.

Altre informazioni su BusinessWeekly.